fbpx

Bonus bicicletta Roma: come richiederlo

Bonus bicicletta Roma: come richiederlo
Bonus bicicletta Roma: come richiederlo

Bonus bicicletta Roma: in cosa consiste

Bonus bicicletta Roma, si prevede il riconoscimento di un buono mobilità sino a 500 euro per acquistare biciclette e monopattini, elettrici e non. Ma anche per utilizzare i veicoli della mobilità condivisa.

E’ la proposta, in dirittura d’arrivo, per evitare l’incremento del traffico privato incentivando misure alternative di spostamento, secondo quando annunciato dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli nel corso dell’audizione davanti alla commissione Trasporti della Camera.

Con l’avvio della fase 2, i dati nazionali circa gli spostamenti avvenuti utilizzando trasporti sia pubblici sia privati segnalano 3 milioni di persone in movimento. Di questi, il 10 per cento si sposta a bordo del trasporto pubblico. Dal 17 maggio inizierà la fase 2.1 dei trasporti, con correttivi e integrazioni, “sulla base – ha spiegato De Micheli – del monitoraggio dei flussi effettuati sull’utenza”.

LEGGI ANCHE: Primark Roma apertura anche a Euroma2? La comunicazione è ufficiale

Bonus bicicletta Roma: come ottenerlo

Il buono mobilità è un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500 per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad es. monopattini, hoverboard e segway) ovvero per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

COSA POSSO ACQUISTARE?

Per l’anno 2020 il buono mobilità può essere richiesto per una sola volta e per un unico acquisto di:

      • biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
      • handbike nuove o usate;
      • veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, di cui all’articolo 33- bis del DL 162/2019, convertito con modificazioni dalla legge 8/2020 (es.  monopattini, hoverboard, segway);
      • servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Nella Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web) per ottenere il contributo è necessario conservare la fattura (non lo scontrino) e allegarla all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.

COME FUNZIONA?




Il buono mobilità può essere fruito utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del Ministero dell’ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

    • Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.
    • Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

In entrambi i casi, bisognerà utilizzare un’app, che il ministero dell’Ambiente sta realizzando. L’app servirà sia ai clienti, per registrarsi e quindi chiedere il bonus o il rimborso, sia ai negozianti, per accreditarsi e quindi concedere direttamente al cliente uno sconto pari al bonus.

Ma per registrarsi occorre munirsi di identità digitale, il cosiddetto Spid non facilissimo da ottenere.

Chi chiede il rimborso potrà farlo entro 60 giorni da quando la piattaforma telematica della app sarà resa operativa, allegando copia della fattura. E dovrà indicare al momento della registrazione il codice Iban del conto corrente sul quale i soldi dovranno essere accreditati.

Chi ottiene il buono dovrà invece spenderlo entro 30 giorni, altrimenti verrà annullato e occorrerà chiederne un altro.

Bonus biciclette Roma – Il click day

Ma di fatto si rischia di non avere nemmeno il tempo per sforare i termini previsti dal Dm attuativo: i 120 milioni di euro a disposizione per quest’anno potrebbero finire subito, perché l’Ancma (l’associazione dei produttori aderenti a Confindustria) stima siano sufficienti per 450.000 pezzi e la richiesta è molto forte già da maggio. Quindi, di fatto, potremmo avere un click day. La data ancora non è stata decisa



Potrebbero interessarti anche...