fbpx

Autocertificazione fase 2: nuovo modello – Download

Autocertificazione spostamenti coronavirus

Autocertificazione spostamenti coronavirus: nuovo modello

E’ online il nuovo modello di autocertificazione fase due in caso di spostamenti. Giuseppe Conte ha spiegato, durante la conferenza stampa con cui ha presentato il nuovo Dpcm, che «la Fase 2 non è un liberi tutti. Ci sarà comunque sempre bisogno di un motivo per spostarsi» e di conseguenza anche «dell’autocertificazione». La novità principale è rappresentata dalla possibilità di muoversi dal 4 maggio per andare a trovare i propri congiunti, ma con le mascherine. Ma ora è anche garantito il rientro nel proprio domicilio, in ogni caso. Rimangono le comprovate esigenze lavorative, l’assoluta urgenza o i motivi di salute da dichiarare con l’autocertificazione che sembra ormai destinata a cambiare ancora una volta vista la novità annunciata dal governo. L’autocertificazione quindi resterà in vigore fino a quando saranno necessarie le limitazioni agli spostamenti, quindi almeno per altre due settimane

>> DOWNLOAD Autocertificazione fase due, nuovo modello da scaricare

Nuovo punto sull’autocertificazione
E’ stata integrata l’autocertificazione con un nuovo punto che riporta la seguente dicitura:
‘ – di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020,
n. 19;’

Integrazione del punto 4
Nel nuovo modello di autocertificazione viene specificato da dove inizia lo spostamento e la destinazione finale.

>> PENSIONI ANTICIPATE: ECCO IL CALENDARIO E LE MODALITA’ DI RITIRO

Integrazione sul divieto assoluto di mobilità per i soggetti in quarantena o affetti da “COVID-19”

Precedentemente, era stata già aggiunta una nuova voce. Spuntando la casella l’interessato autodichiara di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 1 comma 1, lett c) del DPCM 8 Marzo del 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus Covid-19



Il nuovo modello prevede anche che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione , attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In questo modo il cittadino viene esonerato dall’onere di allegare all’autocertificazione una fotocopia del proprio documento.

Giuseppe Conte ha anche affermato che per motivi di salute seri o di lavoro inderogabili è possibile muoversi nel territorio di appartenenza e fuori dalla Regione in cui si risiede solo se si presenta un autocertificazione con i reali motivi dello spostamento.

> Leggi anche: Coronavirus quante persone in macchina sono consentite?


 

Potrebbero interessarti anche...