fbpx

Musei gratis Napoli prima Domenica del mese: 6 Marzo 2022. Cosa visitare

Musei gratis Napoli prima Domenica del mese – Cosa visitare in Campania il 6 Marzo 2022

Musei gratis Napoli prima Domenica del mese, ecco quali sono i musei che resteranno aperti a Napoli il 6 Marzo 2022?

Domenica 6 Marzo si terranno delle aperture straordinarie per tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali statali di tutta Italia? A Napoli, oltre ai musei statali, è possibile ammirare il 6 Marzo 2022 anche altri luoghi culturali e affascinanti della città all’ombra del Vesuvio.

LEGGI ANCHE:–  Ristoranti aperti l’8 Marzo 2022: locali per la festa della donna a Napoli


6 Marzo 2022 MUSEI APERTI NAPOLI

Per disposizione del MIC è al momento sospesa l’iniziativa “Domenica al Museo” che prevedeva la gratuità ogni prima domenica del mese. Se, comunque, volete sapere quali sono i monumenti aperti per il 6 Marzo 2022, ecco la lista.

Il biglietto per l’accesso singolo, di volta in volta, dovrà essere richiesto sul sito www.ticketone.it o presso le biglietterie.

Certosa di San Giacomo (via Certosa – Capri)

Certosa di San Giacomo Capri

La certosa di San Giacomo è il monastero più antico di Capri: edificata nel 1371 dal conte Giacomo Arcucci su un terreno donato dalla Regina Giovanna I D’Angiò, la certosa ospita il museo dedicato al pittore tedesco Karl Diefenbach. L’antica struttura del convento è ancora oggi visibile nei tre blocchi che compongono l’edificio: uno indipendente e aperto a tutti dove si trovavano la farmacia e la chiesa per le donne; uno destinato ai frati conversi con i granai, le scuderie e i laboratori; l’ultimo blocco per la vita di clausura con le celle intorno al Chiostro Grande e gli altri ambienti della vita monastica intorno al Chiostro Piccolo.

Orario: Martedì-Domenica; Gennaio-Marzo 9.00-15.00; Aprile 10.00-17.00; Maggio 10.00-18.00; Giugno-Agosto 10.00-19.00; Settembre10.00–17.00; Ottobre 10.00-16.00; Novembre-Dicembre 9.00–15.00

Parco archeologico dei Campi Flegrei6 Febbraio 2022 Musei aperti Napoli

Parco archeologico dei Campi Flegrei
Museo archeologico dei Campi Flegrei (via Castello, 39 – Bacoli)
Il Museo è ospitato nel castello aragonese di Baia che con la sua imponenza domina il Golfo e offre un panorama fantastico. Il museo è su due livelli con reperti scoperti nelle zone adiacenti e dove da ammirare sono, soprattutto, statue e bassorilievi. Da vedere assolutamente la zona riservata al rione terra con opere d’arte semplicemente uniche. La prima domenica del mese anche il museo è ad ingresso gratuito e non ha bisogno di prenotazione.
Orario: Martedì-Domenica 9.00-14.20 Chiusura settimanale: Lunedì; Orario biglietteria: 9.00-13.30

Anfiteatro Flavio e Tempio di Serapide (via Serapide – Pozzuoli)

L’Anfiteatro Flavio è il terzo per dimensione tra le arene romane ancora esistenti ed è stato costruito dagli stessi architetti del Colosseo. L’edificio, che poteva contenere oltre ventimila spettatori, è caratterizzato da un ottimo stato di conservazione dei sotterranei. L’arena è ancora attraversata dalla fossa scenica utilizzata, in origine, per ivi innalzarvi scenografie e gladiatori. Sotto il livello dell’arena si sviluppa, poi, un corridoio ellittico, sul quale si affacciano le botole utilizzate per innalzare gladiatori e belve. Poche centinaia di metri separano poi l’Anfiteatro, dal Tempio di Serapide, dove si conclude l’itinerario guidato. Il Tempio è, in realtà, un imponente Macellum, ossia un grande mercato alimentare sulle cui colonne si possono leggere i segni del ciclico sprofondamento, sotto il livello del mare, generato da fenomeni d’origine vulcanica.
Orario: Mercoledì-Lunedì 9.00- un’ora prima del tramonto
Chiusura settimanale: Martedì;
Prenotazione: Nessuna

Parco archeologico di Pompei –  6 Febbraio 2022 musei aperti Napoli

Area archeologica di Pompei (via Villa dei Misteri, 2 – Pompei)

Pompei, insieme agli scavi di Ercolano ed Oplontis, fa parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. L’ingresso principale agli scavi di Pompei è Porta Marina, chiamata così perché dava sul mare. La prima cosa che si vede, entrando negli scavi, è il Tempio di Apollo, il più antico luogo di culto di Pompei.
Assolutamente da non perdere è il Lupanare di Pompei, un luogo dove venivano soddisfatti i piaceri della carne. Durante gli scavi si è scoperto che molte abitazioni dell’antica Pompei, avevano una stanza segreta all’interno della quale si prostituivano le schiave dei ricchi padroni.

Antiquarium nazionale di Boscoreale (via Settetermini, 15 – Boscoreale)

Villa Regina Bacoli

L’Antiquarium Nazionale di Boscoreale, istituito nel 1991, documenta la vita degli antichi abitanti della zona vesuviana, con reperti provenienti dai siti di Pompei, Ercolano, Oplontis, Stabiae, Terzigno e Boscoreale. Il percorso si snoda attraverso due sale. La prima è dedicata alla flora e fauna del territorio prima del ’79 d.c. con un focus sulle attività dell’uomo legate alla caccia, la pesca e l’allevamento. Nella seconda sala sono esposti i principali ritrovamenti archeologici effettuati nel sito di Boscoreale.  Consiglio a chi voglia visitare anche altri siti oltre al Parco Archeologico di Pompei: si può risparmiare prendendo biglietti unici a 3 siti come Pompei, Oplontis e Boscoreale.

Villa San Marco (Località Varano – Castellammare di Stabia)

‘Villa S. Marco’, tra le lussuose ville d’ozio dell’antica Stabia, ha una superficie di 11.000 mq ed è una delle più grandi tra le ‘villae’ romane a carattere residenziale. Villa San Marco  è tra le ville del Parco archeologico di Pompei meglio conservate: dotata di grande piscina, di terme private e di una delle più grandi cucine dell’epoca.
Orario: Lunedì-Domenica: Aprile-Ottobre 8.30-19.30; Novembre-Marzo 8.30-17.00;
Orario biglietteria: Aprile-Ottobre 8.30-18.00; Novembre-Marzo 8.30-15.30;
Prenotazione: Nessuna

Parco archeologico di Ercolano –  6 Febbraio musei aperti Napoli

parco archeologico di Ercolano

Il Parco archeologico di Ercolano si trova in corso Resina, 187 e i suoi scavi archeologici rappresentano un documento importante della vita degli abitanti poichè la colata lavica del 79 d.C. ha permesso la conservazione dei reperti organici come mobili in legno, fave, ceci, pagnotte di pane. Molto suggestiva la visita alla zona dove vi sono gli scheletri di chi cercò di sfuggire alla furia del vesuvio. Valutare l’accompagnamento di una guida sicuramente utile ma un po’ cara (circa 100 €).
Orario: Lunedì-Domenica: Aprile-Ottobre 8.30-19.30; Novembre-Marzo 8.30-17.00 ;
Orario biglietteria: Aprile-Ottobre 8.30-18.00; Novembre-Marzo 8.30-15.30;
Prenotazione: Nessuna

Castel Sant’Elmo e Museo del Novecento –  6 Febbraio 2022 musei aperti Napoli

Castel Sant'Elmo e Museo del Novecento

Castel Sant’Elmo si trova in via Tito Angelini, 22 a Napoli ed è uno degli antichi castelli di Napoli che domina la città dalla collina di San Martino, nel quartiere Vomero. Un tempo era denominato Paturcium e sorge nel luogo dove vi era, a partire dal X secolo, una chiesa dedicata a Sant’Erasmo (da cui Eramo, Ermo e poi Elmo). Il Castello è il primo per estensione della città di Napoli ed è sempre stato un possedimento molto ambito per la sua importanza strategica.
Il castello è in parte ricavato dalla viva roccia (tufo giallo napoletano) ed è una significativa testimonianza di architettura militare cinquecentesca, oltre che museo permanente (il “Napoli Novecento”) con varie mostre temporanee, fiere e manifestazioni. La visita al complesso è, senza dubbio, molto interessante e richiede almeno una mattinata piena per poter vedere bene tutto, specialmente i suggestivi scorci panoramici.
Orario: Castello: Lunedì-Domenica 8.30-17.00; Museo: Mercoledì-Lunedì 9.30-16.00
Chiusura settimanale: Museo: Martedì ;
Orario biglietteria: 8.30-16.00;
Prenotazione: Nessuna

Certosa e Museo di San Martino –  6 Febbraio musei aperti Napoli

La Certosa sita in Largo San Martino 5 domina l’intero golfo napoletano dal 1325. L’edificio è grande e spettacolare grazie alle tantissime opere pittorie, sculture e arredamenti lignei oltre alla meravigliosa serie di presepi storici che testimoniano la grandissima cultura, arte e vita borbonica su diversi fronti. L’esterno della Certosa è ancora più spettacolare con i giardini interni e soprattutto esterni che offrono un panorama unico sulla città e il suo mare che lascia senza parole. E’ possibile noleggiare un audioguida con un supplemento. La visita completa dura circa 3 – 4 ore.
Orario: Giovedì-Martedì 8.30-19.30; alcune sezioni del Museo sono visitabili con visite accompagnate ad orario
Chiusura settimanale: Mercoledì ; Orario biglietteria: 8.30-18.30;
Prenotazione: Nessuna

Museo di Capodimonte –  6 Febbraio musei aperti Napoli
Il Museo di Capodimonte situato in via Miano 2 a Napoli offre la possibilità di ammirare i capolavori di grandi maestri come Masaccio, Mantegna e Simone Martini percorrendo la grande tradizione pittorica napoletana dal Medioevo ad oggi, la maestosa eleganza dell’architettura e degli ambienti di una reggia settecentesca il tutto immerso in uno splendido parco ( il “real bosco” ), con un belvedere mozzafiato sulla città e sull’azzurro del golfo di Napoli
Orario: Giovedì 8.30-22.30; Venerdì-Martedì 8.30-19.30
Chiusura settimanale: Mercoledì;
Orario biglietteria: 8.30-18.30;
Prenotazione: Nessuna

Palazzo Reale di Napoli –  6 Febbraio musei aperti Napoli
piazza del Plebiscito, 1 – Napoli … scopri come arrivare
Orario: Giovedì-Martedì 9.00-20.00; Sala Da visitabile su richiesta prenotando al +39 081 5808289 Chiusura settimanale: Mercoledì; Orario biglietteria: 9.00-19.00; Prenotazione: Obbligatoria (Telefono: Sala Da visitabile su richiesta prenotando al +39 081 5808289)

Per altre informazioni sulla Domenica al Museo gratis clicca qui

Potrebbero interessarti anche...