fbpx

Prenotazione vaccino Covid Lazio over 80: come fare se il sito è irraggiungibile

Vaccino Covid over 80 Lazio

Prenotazione vaccino Covid Lazio over 80: superate le 7mila prenotazioni

Prenotazione vaccino Covid Lazio over 80: problemi con il sito

State cercando di prenotare il vaccino per gli over 80 e il sito non è raggiungibile?

Non è un problema solo vostro.

Questa mattina appariva il messaggio:

Il sistema sarà attivo da lunedì 1° Febbraio – ore 12:00

In attivazione il portale della Regione Lazio per prenotazione della vaccinazione anti covid-19 per over 80

Alle 12 però il sito non funziona!

Da lunedì 1° febbraio le persone con età pari o superiore ad 80 anni potranno prenotare il proprio vaccino anti Covid sul portale SaluteLazio con il solo codice fiscale.

Chi si prenota potrà potrà scegliere uno dei 100 punti di somministrazione diffusi sul territorio regionale, con la prima fascia oraria disponibile ed in automatico con la prima prenotazione del vaccino si prenota anche la seconda, sempre nel medesimo punto di somministrazione.

Le somministrazioni potranno esser eseguite a partire dall’8 febbraio. 

L’accesso ai punti vaccinali avverrà solo con il codice di prenotazione: è fortemente sconsigliato recarsi ai punti vaccinali senza la prenotazione. 

In alternativa, sempre dal 1° febbraio, sarà possibile rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale (MMG) per la vaccinazione: in questo caso, la prenotazione sarà gestita direttamente dal medico e la somministrazione avverrà presso lo studio del medico o studi aggregati. Il vaccino verrà distribuito ai medici di medicina generale che aderiscono alla campagna vaccinale attraverso i 20 Hub ospedalieri in grado di garantirne la “catena del freddo”.

L’adesione alla vaccinazione è libera e volontaria.

LEGGI ANCHE: — Covid, tamponi a pagamento Roma: dove farli a 22 €



Nella città di Roma saranno allestite ben 40 postazioni in grado di eseguire complessivamente 20mila vaccinazioni al giorno, cioè 500 per ogni centro di vaccinazione.

A Fiumicino, nel parcheggio di lunga sosta e accanto all’area test, dal primo febbraio sarà pronto un tendone in grado di effettuare oltre 3mila vaccinazioni al giorno e si sta pensando di allestire punti di vaccinazione anche nella grande spianata di Tor Vergata e nei pressi dell’Auditorium Parco della Musica.

Ci saranno punti dedicati in ogni distretto e verranno allestite postazioni in ogni hub ospedaliero della rete (negli hub si conservano e si distribuiscono le dosi dei vaccini) e cioè: Asl Roma 1 Santa Maria della Pietà, Asl Roma 2 ospedale Pertini, Asl Roma 3 ospedale Grassi di Ostia, Asl Roma 4 ospedale San Paolo di Civitavecchia, Asl Roma 5 distretto sanitario di Colleferro, Asl Roma 6 ospedale dei Castelli, ospedale San Giovanni, ospedale San Camillo, ospedale Sant’Andrea, Campus Biomedico, Policlinico Gemelli, Policlinico Umberto I, policlinico Tor Vergata, istituto Spallanzani, Ifo, Istituto Bambino Gesù, ospedale Spaziani di Frosinone, ospedale Santa Maria Goretti di Latina, ospedale De Lellis di Rieti, ospedale Bel Colle di Viterbo. In totale nel Lazio saranno attivi 100 punti vaccinali e ogni cittadino potrà scegliere dove effettuare la vaccinazione.

I centri vaccinali saranno come quello già attivo nel cortile dello Spallanzani, dove già nel fine settimana sono state somministrate dosi agli ultraottantenni in via sperimentale.